“Bisogna fare di necessità virtù”

Così, tra le idee sfornate per rimanere a galla in piena emergenza sanitaria ed economica, salta fuori la genialata: il box in plexiglass per la spiaggia! Così (assicurano) si potranno aprire gli stabilimenti balneari in sicurezza perché saranno mantenute le distanze dagli estranei, saremo riparati dagli sputazzi e potremo stare serenamente nella serra a “goderci” il sole. Per modo di dire: perché “sotto vetro”, senza brezza marina, l’effetto serra è garantito. E in quel fornetto, con il caldo che dà alla testa, personalmente potrei perdere ogni tipo di inibizione e dire qualsiasi cosa mi passi per la mente, rischiando le botte dei vicini e quindi la vita in pochi minuti. Già mi immagino la scena: io che in pieno delirio da colpo di calore imploro aiuto al salvataggio, ma questo prima di effettuare le manovre di rianimazione ed avvicinarsi mi urla a debita distanza, al di là del plexiglass: “Senta, ma lei ha fatto il tampone? Potrebbe farmi la cortesia di indossare la mascherina chirurgica così da poterle fare la respirazione bocca a bocca?” Eh, non ci avevo pensato! Come si potrebbe intentare una “respirazione bocca a bocca”?

Insomma se non sarà il virus a toglierci di mezzo, ci riuscirà il box, a fuoco lento.

#ANIMEinPLEXIGLASS

Guarda le altre vignette: clicca qui!