Una biografia? Non mi sento pronto… Ci sono domande?

Chi è l’autore de #ILROMPI?

Sono una persona che ama il suo lavoro e che, come tutti, nei ritagli di tempo coltiva le proprie passioni. Tra queste, #ILROMPI

 

Ti senti un disegnatore di fumetti?

No, assolutamente! Quando prendo la matita in mano mi sento più uno “scarabocchiatore”. Perché è necessario rispettare il significato delle parole. Altrimenti si genera confusione, soprattutto quando parliamo di scarabocchi: sono già imprecisi per loro natura.

 

Come nasce  #ILROMPI? Che idea c’è dietro?

È proprio dagli scarabocchi che nasce il personaggio de #ILROMPI: una specie di mio alter ego che “vede la luce” diversi anni fa tra le pagine dei libri scolastici; hai presente quelle bianche tra un capitolo a l’altro? Ecco! Il personaggio ha preso forma nei momenti di noia durante le lezioni, ma poi ho scoperto che esprimere il mio pensiero con battute ficcanti camuffate in una vignetta, era una forma di protesta alternativa più ruffiana: divertiva, coinvolgeva più persone e talvolta riscuoteva consensi. Poi questa cosa è continuata negli anni, (un po’ per abitudine e un po’ per diletto), così nel tempo, gli spazi dedicati a #ILROMPI sono aumentati: da quelli angusti dei libri universitari, si passa a quelli più ampi e confortevoli dei blocknotes da scrivania. Gli argomenti ora sono più “maturi”, però il tratto è rimasto sostanzialmente quello: un disegno in bianco e nero, studiato, essenziale e tagliente. Chiaramente #ILROMPI crescendo con l’autore, affina il linguaggio, cambia i contenuti e oggi condivide lo spazio della vignetta con altri personaggi (reali):  #LAROMPI sua compagna e l’inseparabile #CANE (un carlino).

 

Come hai fatto a far conoscere #ILROMPI alle persone?

Sono un appassionato di comunicazione, così tempo fa decido di pubblicare qualche vignetta sui miei canali Social e l’effetto è sorprendente: in poco tempo i profili Facebook e Instagram vengono seguiti da decine di migliaia di followers con numeri che continuano a salire… Ma non sono i numeri che danno soddisfazione: quella è regalata dall’entusiasmo delle persone che mi seguono, mi scrivono e condividono le vignette; e lo fanno anche tanti personaggi famosi! Il motivo di questo risultato credo sia riconducibile al fatto che la vignetta descrive in modo sarcastico e dissacrante quello che accade a tutti nella vita di tutti i giorni, con gli amici o nella vita di coppia. In pratica chiunque ci si può rivedere. Mi appassiona l’idea che una mia vignetta per qualche istante possa migliorare la giornata al pubblico che ho scelto e che per me è speciale: non mi rivolgo alla massa.

 

Dunque #ILROMPI è comico?

Non so… Ad alcuni fa ridere, ad altri fa incazzare. Perché in queste vignette uno può prendere coscienza di quanto a volte risultiamo banali e magari questa cosa può infastidire. A volte la verità fa male… Del resto sulla pagina campeggia la frase: SCARABOCCHIO MALE, QUELLO CHE NELLA VITA E’ PEGGIO (diventato poi il titolo del mio libro). Però sapere che i miei scarabocchi fanno anche sorridere tantissimi mi fa piacere: al giorno d’oggi lo reputo un vero privilegio.

 

E quindi come concludiamo? 

Che le mie vignette sono rigorosamente disegnate a mano. Ridendo.

Guarda anche le pagine PUBBLICAZIONI e ilrompiLAB