Quando andiamo dal vivaio non scegliamo una nuova pianta, ma la prossima vittima